Translate

sabato 15 giugno 2019

GIORNATA BLU : Bhaisajaguru, il Buddha della medicina, di colore Blu, ispiratore dell'evento.

GIORNATA BLU


                      Buddha della Medicina simbologia ed iconografia buddhista tibetana

Blu come il BUDDHA DELLA MEDICINA nella mia mano.Una giornata al Tempio MUSANG AM sul benessere a tutto tondo.In mattinata ho parlato di alimentazione partendo dal concetto del RETTO SOSTENTAMENTO Buddista fino a giungere al DIGIUNO ed i suoi benefici come rimedio per perdere peso ma sopratutto per migliorare la propria forza vitale.Lorenzo e Natale nel pomeriggio hanno fatto dei trattamenti con MASSAGGIO BIODINAMICO e TAILANDESE,mentre il Venerabile Kusalananda ha guidato la MEDITAZIONE sotto l'albero del fico.Infine il Maestro Thaeye Sunim ha chiuso la giornata con una cerimonia nella sala meditazione. Bel momento di condivisione e conoscenza.Il benessere è un diritto di tutti e va inteso non solo quello fisico ma anche mentale,perché tutto è INTERCONNESSO e non si può considerare l'uno ed escludere l'altro. (Piero Lombardi Mahindra)

Grazie di cuore a Piero-Mahindra al mattino,  con la parte alimentare, esposta con sapienza e simpatia,  ma non solo, corroborata anche da adeguati collegamenti con la sfera emotiva e spirituale, che tiene insieme la salute del corpo e della mente in un tutto inscindibile.




Grazie a Natale e Lorenzo, che nel pomeriggio hanno dato a tutti, con i loro trattamenti, un'idea concreta di come si possa ricontattare il nostro corpo attraverso il lasciarsi condurre collaborando in sintonia con gli operatori verso il riequilibrio dello stato di benessere psico-fisico.
Le persone uscivano dal trattamento rilassate ed in serenità.




Altre persone sono intervenute alla giornata, oltre a quelle presenti nelle foto, andate via prima della fine e che ringraziamo.

Il ricavato dall'evento andrà a sommarsi alle somme ottenute dalle precedenti raccolte fondi di La Spezia, con cui inizieremo prossimamente un percorso collaborativo con SAVE THE CHILDREN per adozioni a distanza. Vale a dire euro 1025.

alla prossima giornata BLU!!



Lo staff in basso, da sinistra: Ven. Tae Hye sunim, Natale Porto, Kusalananda, Lorenzo Ragonesi, Pietro Lombardi.
Purtroppo mancano nella foto alcune persone che sono andate via prima della fine ....




Otto Buddha della Medicina (simbologia ed iconografia buddhista tibetana)


Siddhārtha Gautama, meglio conosciuto come Gautama Buddha quando gli veniva chiesto chi era, si definiva “medico del dolore del mondo” e la medicina per curare era la sua dottrina.
Il monaco di Hemis mi spiegava che sia i Buddha terreni che quelli trascendenti non devono essere scambiati per guaritori, in quanto non hanno il potere  di interferire materialmente nella vita del fedele ma fungono da consiglieri; sono importanti conoscitori della medicina e suggeriscono al suo medico e al paziente qual’è la terapia migliore per curarsi.
Nelle raffigurazioni (dipinti, tangka etc..) il Buddha Gautama, come maestro di medicina che prende il nome di Bhaisajaguru, viene raffigurato in centro, di colore Blu, con a lato gli altri 7 Buddha.
E’ seduto nella posizione del loto con il  palmo rivolto in fuori, nella posa di offrire, in un gesto di generosità (varadamudra) e con un gambo della pianta di myrobalano. Questo è un frutto salutare ben noto nella medicina tibetana, usato come lassativo.
Nella mano sinistra tiene una ciotola delle elemosine o in alcune raffigurazioni un mortaio che adopera per preparare le medicine.
La tradizione Buddhista identifica il Buddha della Medicina come il guaritore ideale, ed accentua anche che i massimi poteri salutari risiedono all’interno del nostro proprio sé.
Quindi, estendendo questo concetto, possiamo affermare che il  Buddha della Medicina è all’interno di ognuno di noi.
Tutta la filosofia della medicina Tibetana si trova nel Guschi, scritto verso il VIII secolo; si basa essenzialmente sulla medicina ayurvedica indiana e infatti fa distinzione, come quella indiana, fra i tre succhi vitali: la bile,il vento ed il muco. Per stare bene ed essere in salute è importante che questi 3 succhi siamo in equilibrio.
La terapia funge proprio da riequilibratore fra i 3 succhi vitali; i medicamenti caldo-oleosi e lassativi nell’ambito del vento, piccanti-freddi per la bile e sedativi per il muco. Oltre a questi trattamenti ne esistono anche non medicamentosi: le parole e i mantra, le docce d’acqua fredda e bagni caldi, massaggi, salassi.
Nel Buddhismo tibetano il potere del Buddha della Medicina è la benedizione più potente per curare e per risvegliare l’innata saggezza curativa che è presente in ogni individuo..nel viaggiare nelle terre tibetane vi invito a cercare la raffigurazione degli 8 Buddha della Medicina e magari recitarvi il Mantra : ” Om Bhaishajye Bhaishajye Mahābhaishajye Bhaishajye Rāja Samudgate Svāhā” ..Si ritiene che la recitazione di questo mantra sia molto efficace per curare dalle sofferenze fisiche e per purificarsi dal karma negativo.

mercoledì 29 maggio 2019

PROGRAMMA SABATO 1 GIUGNO ORE 16 Istituto Boschi Subbiano - Arezzo

                 

                   PROGRAMMA     

                                        al 

                                     centro  anziani 

                                                        ISTITUTO BOSCHI
     

                              SABATO   1 GIUGNO  

                                             ORE  16  

                                       Subbiano  -  Arezzo 


Vivaldi: brani dalle “4 stagioni”
Kusalananda

Gemma Donati: Ondina dorata
Sonia Pendola – Kusalananda

Meraviglioso (Modugno)
Sudhana - Sonia Pendola – Kusalananda

Storiella dell'elefante …................

Handel: brani dalla “Musica sull'acqua”
Kusalananda

Versetti dal Dhammapada
Ven. Tae Hye sunim

 ------------------------------

Jataka: Lepre sulla luna
….........................

LA LEPRE SULLA LUNA . Angelo Branduardi

MANTRA NAMU AMITABUL

MEDITAZIONE
Breve, con piccola introduzione

Gemma Donati: La voce del vento
Sonia Pendola – Kusalananda

Che sarà (Ricchi e poveri)
Sudhana - Sonia Pendola – Kusalananda

Versetti dal Dhammapada
Ven. Tae Hye sunim

Con Ven. Tae Hye sunim, Kusalananda, Sonia, Sudhana


Omaggio a Gemma Donati, nostra sostenitrice e socia onoraria da anni. Esteso a tutti gli ospiti del centro dove risiede attualmente.
Ed importante test per continuare anche in altre sedi, come progetto importante delle nostre attività!
Alle quali contiamo possano unirsi nuove linfe vitali di collaborazione!
Vi aspettiamo per suggerimenti consigli, integrazioni.

Kusalananda

Il video dell'incontro



--------------------------------------------------------------------------------------------------------
PARABOLA DELL’ELEFANTE (da Udāna 6:4)

Così ho udito. Un tempo in India c'erano molti filosofi, studiosi e religiosi che avevano vari punti di vista, varie teorie e facevano affidamento sulle loro dottrine.

C’erano alcuni che asserivano: “Il mondo è eterno; solo questo è vero e qualsiasi altro punto di vista è falso”. Altri, invece, sostenevano: “Il mondo non è eterno; solo questo è vero.” Altri affermavano: L'anima e il corpo sono due cose distinte …. oppure: l'anima e il corpo sono la stessa cosa…. O ancora: la vita continua dopo la morte…. Non c’è vita dopo la morte…. solo questo è vero.” Costoro vivevano disputando, litigando, e si colpivano reciprocamente con parole taglienti dicendo: “Io conosco la verità! La verità è così.”

In quel tempo c'era un re saggio che si divertiva ascoltando le discussioni dei filosofi e dei religiosi. Quel re si rivolse al suo ministro dicendo: ‘Va’ e raduna tutti coloro che sono nati ciechi!’ Il ministro replicò al re dicendo: ‘Si, sire.’ Quindi, dopo aver radunato molti ciechi nati, si recò dal re e disse: ‘Ho radunato molti ciechi nati.’ Il re disse: ‘Orsù, mostra a loro un elefante!’ Il ministro presentò un elefante ai ciechi, dicendo: ‘Questo è un elefante.’ Ad alcuni l’uomo fece toccare la testa dell’elefante. Ad altri fece toccare un orecchio …. ad altri una zanna…. la proboscide…. la schiena…. le zampe…. la coda…. il ciuffo della coda, dicendo sempre: ‘Questo è un elefante.’

Il re si accostò a quei ciechi e chiese: ‘Vi è stato mostrato l’elefante?’ Essi risposero: ‘Sì, sire, abbiamo conosciuto l’elefante.’ ‘Ditemi, a cosa è uguale un elefante?’ Coloro ai quali era stato fatto toccare l’orecchio risposero: ‘Un elefante è come un ventaglio.’ Coloro ai quali era stata fatta toccare la zanna risposero: ‘Un elefante è come l’aràtro.’ Coloro ai quali era stata fatta toccare la proboscide risposero: ‘Un elefante è come un tubo.’ Coloro ai quali erano state fatte toccare le zampe risposero: ‘Un elefante è come una colonna.’ Coloro ai quali era stato fatto toccare il ciuffo della coda risposero: ‘Un elefante è come una scopa.’ Costoro si combattevano l’un l’altro dicendo: ‘Un elefante è così, non è così. Voi avete torto, io ho ragione!' E il re sorrise pensando che, in modo analogo, quei pensatori di varie scuole non vedevano chiaramente la realtà nella sua totalità.

Morale della storia: molte volte noi esseri umani vediamo le cose nel nostro modo limitato, non ascoltiamo gli altri, siamo convinti che le nostre opinioni sono la verità, disputiamo e polemizziamo inutilmente. Invece di essere ottusi, potremmo con mente aperta indagare e riflettere sulle cose della vita con mente aperta e cercare di comprenderne i diversi punti di vista.


-----------------------------------------------------------------------------------------------------

La lepre sulla luna

I cinesi, coreani, giapponesi e altri orientali non vedono sulla superficie della luna una faccia umana, ma vedono la figura di una lepre seduta sulle zampe posteriori. Un'antica favola spiega l'origine della sagoma della lepre sulla luna.

 In un tempo lontano, una lepre e una scimmia
fecero amicizia con una volpe.
Durante il giorno giocavano nei campi,
al tramonto del sole tornavano nella foresta.
In questo modo passarono gli anni,
fino a quando un angelo, un essere celeste,
per mettere alla prova la gentilezza degli animali,
venne barcollando in sembianza di vecchio e disse:
Ho sentito che voi tre giocate assieme,
pur essendo di specie diverse.
Se questo è vero, salvate un vecchio che muore di fame.”
È molto semplice,”
risposero gli animali.
Senza esitare, la scimmia tornò
dal bosco vicino portando della frutta,
la volpe con un pesce preso nel ruscello.
Anche la lepre girò attorno,
ma non trovò niente da offrire al vecchio.
Disprezzata, soffriva nel suo cuore.
Infine, disse:
Tu, o scimmia, porta legna dal bosco;
e tu, o volpe, accendi il fuoco.”
Avendo le due eseguito l’ordine,
la lepre si gettò in mezzo al fuoco,
offrendosi in dono al vecchio affamato.
Ma egli aveva creato un fuoco magico
e la lepre invece di bruciare
percepì una piacevole sensazione di freschezza.
Disse allora agli animali:
Tutti e tre, da buoni amici,
avete agito bene, ma la lepre mi ha commosso.”
Ripresa la forma d'angelo celeste,
disegnò la sagoma della lepre sulla superficie della luna
per immortalare la virtù della lepre.
Questa è la storia della lepre sulla luna,
tramandata fino ad oggi.

Quando la sento, la mia veste si bagna di lacrime.




martedì 21 maggio 2019

Giornata blu: salute e benessere. Alimentazione e cura del corpo



Sabato 15 giugno: ore 10-18 “giornata blu”
al tempio Musang am – Monti S.Lorenzo 26 - Lerici
  • alimentazione e benessere
  • pranzo
  • trattamenti fisici in consapevolezza

(offerta a partire da 20 euro)

Mattina: con Piero Lombardi
alimentazione e benessere
Pranzo vegano
Pomeriggio: con Natale Porto e Lorenzo Ragonesi
Ri-contatta e sana il corpo la mente e il cuore.
Tecnica di Massaggio Thai e punti di rilascio.
Utile per mal di schiena, cervicali, articolazioni, pesantezza alle gambe, circolazione, stress insonnia etc.
Ri-contatta e sana il corpo etc. tecniche Massaggio Thai e punti, Reiki, biodinamica

Info: 3927498954 Kusalananda
opp.
0187 988611
Oppure scrivete a alberto.alcozer@gmail.com

----------------------------------------------------------------------------------------



Tempio Musang am Lerici - Monti S.Lorenzo 26
SABATO 15 GIUGNO ORE 10 -  18




"Giornata del benessere: alimentazione e trattamenti fisici: simbiosi tra mente e corpo, in consapevolezza.
L'esperienza e la sensibilità umana e di conoscenza, messa a disposizione di chi vuole intraprendere un percorso di cura o disintossicazione del corpo, o anche semplicemente acquisire informazioni.
Nel pomeriggio spazio alla "cura" in senso olistico, il massaggio tailandese di base, ma anche altro, per ricontattare e riconfigurare il proprio bagaglio energetico"


---------------------------------------------------------------------------------------

lunedì 15 aprile 2019

Associazione Il Centro - Una giornata di eventi multipli e mercatino/raccolta fondi pro Karuna

Una giornata frutto di un intenso lavoro di preparazione da parte del Centro di Amelia Taboni e suo staff di persone splendide che desideriamo ringraziare pubblicamente: Silvia, Netta Sonia, Franca, Michela, Luca, Dany ed altri che sicuramente ahimè dimentichiamo (!) per la generosità e gentilezza dimostrata in tutto questo tempo.







Si sono susseguiti tutta una serie di eventi, anche in contemporanea, che passavano dai trattamenti fisici di Natale, ai bagni di gong e lezione/demo di cucina crudista di Salvatore Iaccarino e Marinella Mazzola.
Ritratti da parte del pittore Georges Rabbath!!!
Nonchè meditazione con i monaci del tempio buddhista Musangam di Lerici
Reiki e shiatsu con Silvia e Amelia.

Un video della benedizione del Centro

                                                                   Alle 17 grande 

INAUGURAZIONE DE
IL CENTRO
Alla fine poesia e musica con Simona Giorgi e monaco Kusalananda

Grazie a tutti

domenica 7 aprile 2019

Camminata - meditazione e piccola raccolta rifiuti - Barbazzano, Portesone, Rocchetta

Una giornata di sole incastonata tra due giornate di diluvi ...
Abbiamo fatto un'escursione tra sentieri meravigliosi, in free style, con meditazioni camminate e sedute, pranzo al sacco, piccole raccolte rifiuti, percorrendo sentieri in mezzo al verde tra paesaggi splendidi, sentieri tra l'altro trovati in ottimo stato.

Grazie a tutti i partecipanti, alcuni di loro anche volontari dell'associazione stessa.

Faremo altri eventi simili, in un clima sempre conviviale e di serenità, aperti come sempre a tutti!!!

Alla prossima.






















sabato 23 marzo 2019

Passeggiata verso le rovine di Barbazzano e Portesone. Luoghi affascinanti per esplorare la natura della mente

  Passeggiata/meditazione alle rovine di Barbazzano e Portesone

                            SABATO 6 APRILE ORE 10 

                 appuntamento al tempio Musang am    

                                                                        Loc. Monti San Lorenzo 26 Lerici








Chi vuole unirsi può chiamare o mandare messaggio sms o whatapp
o scrivere a
alberto.alcozer@gmail.com
392 7498954 Kusalananda.

Pratica di meditazione camminata 

Brevi istruzioni
All'inizio la consapevolezza è limitata al contatto dei piedi sul terreno.
Poi viene estesa ai 5 sensi, in toto-
Poi si allarga ancor di più e diventa consapevolezza della mente, ovvero consapevolezza senza scelta, consapevoli di essere consapevoli.
Quando la distrazione taglia questa presenza e ci porta altrove, al momento del riconoscimento di ciò ci fermiamo.
Quando risuccede, pausa più lunga e così via, sempre più lunga-
A un dato momento ci diamo una meta minima da raggiungere, visibile a occhio nudo, e azzerando la durata delle pause si riparte, senza stress, rilassati e tentando di essere più continui nella pratica della consapevolezza della consapevolezza.
Ci si accorgerà che se lo sguardo vaga a destra e a sinistra, è più facile smarrirsi, mentre gli occhi bassi aiutano la concentrazione, ma anche questa non è una regola fissa.
Consapevolezza
Mantenimento della stessa il più a lungo possibile
Rilassatezza mentale - no competizioni
Con questo atteggiamento il nostro fine sarà raggiunto con più facilità.
In gruppo è anche più divertente. Se il feeling è buono, scherzando si fa a chi arriva prima, in assenza totale di vincitori e vinti. Ma sotto sotto siamo un pò tutti bambini, e una SANA competizione porta a rallegrarsi con noi stessi, e gli altri con noi e noi con gli altri, di una meta raggiunta.
Meta che ne creerà subito un'altra, forse. Ma è pur sempre un nuovo e più solido punto di partenza per consolidare sempre più le nostre capacità di concentrazione.
Già, perchè di quello stiamo parlando, per ora: mindfulness, ovvero, presenza mentale, che nella meditazione è una scala composta da vari gradini che non portano diretti alla meta finale, ma la rendono più facile da raggiungere: meta costituita dalla saggezza, vedere la realtà, abbandonare le illusioni e vivere sempre più felici.
Il momento della condivisione, per chi vorrà, sarà interessante!!!
Ne faremo altre per chi volesse ma non potesse in questa data!!!
Ci saranno momenti, come ovvio, anche per passeggiate più comuni, dove si potrà ammirare il paesaggio che dà su Portovenere, Isole Palmaria Tino e Tinetto, nonchè Tellaro e, se saremo fortunati, vista delle isole toscane e Corsica.
O anche puntate verso il mare, punta Bianca ed altro!!

Vestirsi comodi, scarpe da ginnastica, possibile costume da bagno ....

Pranzo al sacco.

Offerta libera.

Vi aspettiamo. numerosi!!!!

Kusalananda

Raccolta fondi pro _ Karuna - Parte prima - Bagno di gong

Ringraziamo in primis Salvatore Iaccarino e Marinella Mazzola per l'iniziativa a beneficio della nostra associazione.
Grazie all'ospitalità dell'associazione Il Centro di Amelia Taboni, dove avrà luogo anche un altro evento simile, più composito. il prossimo 14 aprile:

raccolta fondi pro Karuna e tempio Musang am/Inaugurazione associazione IL CENTRO

Qui sotto potete vedere qualche piccolo contributo fotografico.








Ci sono state offerte due buone occasioni per parlare delle nostre attuali aree di progetti, e anche delle prossime iniziative sia sempre come progetti che come eventi immediati, come la passeggiata nella natura, meditativa, del 6 aprile prossimo, dal tempio Musang am ai ruderi di Barbazzano e dintorni.

La loro disponibilità è stata molto seguita in termini di affluenza, con molte persone tra il pubblico, per questa esperienza affascinante tra suoni etnici, evocativi di atmosfere rilassanti ed esotiche, con ampio uso di campane, gong e strumenti di ogni tipo, oltre che della voce.

A presto, allora, per i prossimi eventi!!!!!